Sottoporre un bambino piccolo a una visita medica non sempre è facile, soprattutto se questa prevede di dover stare immobile per un po’ di tempo e in particolare di essere punti per quanto in modo pressoché indolore.
Per questo è importante che mamma e papà preparino il proprio figlio, nei limiti del possibile, in base all’età, all’incontro con il medico.

  • Prima della visita è importante spiegare in modo tranquillo ma sincero quello che avverrà e perché lo si fa. Meglio non ingannarlo e spiegargli sinceramente che avvertirà solo come “una punturina di spillo” e niente di più ma essendo lui/lei molto coraggioso/a non se ne accorgerà neppure.
  • Prospettargli una piccola ricompensa può essere utile ma non deve essere proposta o vissuta dal bambino come una condizione affinché non pianga.
  • Se il bambino sta prendendo delle medicine è bene chiedere al pediatra o al medico quanto tempo prima vada sospesa per non falsare i risultati del test. Le indicazioni mediche vanno seguite scrupolosamente.
  • Poco prima di fare il test, è consigliabile fare una capatina in bagno in modo che non ci sia la necessità proprio al momento del test.
  • Il giorno del test non vanno applicate né creme né pomate sulla zona dove verrà eseguito il test, in genere l’avambraccio o la schiena.
  • Al momento del test non devono esserci in corso episodi allergici o infezioni acute come raffreddore o influenza.
  • Durante il test il bambino dovrà rimanere seduto senza muoversi troppo per un certo tempo in attesa che si manifestino le reazioni cutanee. Potrebbe essere utile portare qualcosa da leggere o un piccolo walkman con la musica per far passare il tempo con tutta calma.
  • Alla fine del test, il bambino potrebbe accusare un po’ di prurito. Per alleviarlo basterà applicare una pomata lenitiva. Chiedere consiglio al medico.
© 2018 - 2011  Allergopharma | Privacy | Cookie Policy | Intranet

Log in with your credentials

Forgot your details?