Stampa / Inoltra

LE NOSTRE SCHEDE PRATICHE

La scheda in PDF »


   GLI ALLERGENI DEGLI ANIMALI


Tutti i bambini amano gli animali ma in caso di rischio di allergia è opportuno evitare che vi sia un animale in casa; se è già presente, è indispensabile impedirgli di accedere almeno in camera da letto e nelle stanze abitualmente frequentate dal bambino.

  • FORSE NON SAI CHE
  • Tutti gli animali, piumati o “con pelliccia” possono provocare allergie. Le più frequenti sono quelle verso: gatti, cani e cavalli. Molta attenzione deve essere rivolta anche ai piccoli roditori (criceti, cavie, conigli).
  • I principali allergeni sono peli, piume, saliva ed epiteli ma non solo. Negli escrementi degli uccelli per esempio possono esserci muffe (aspergillus) molto allergizzanti. Anche il cibo per animali può essere una fonte di allergia e perfino la paglia presente nella gabbia.
  • La presenza di un animale favorisce la crescita degli acari della polvere.
  • ALLERGENI DI ORIGINE ANIMALE CHE VANNO EVITATI
  • Letti e divani potrebbero avere cuscini di piume che è meglio evitare.
  • Materassi, divani, poltrone e mobili imbottiti in genere potrebbero essere realizzati con crine di cavallo (alcune culle particolarmente costose sono realizzate interamente in crine di cavallo).
  • Coperte, tappeti e alcune moquette potrebbero essere fatti interamente o in parte con lana di pecora.
  • PRECAUZIONI DA ADOTTARE SE SI E' ALLERGICI A UN ANIMALE PRESENTE IN CASA
  • Ridurre o meglio eliminare tappeti, moquette, cuscini sui divani
  • Pulire a fondo e spesso con l'aspirapolvere
  • Spazzolarsi i vestiti dopo aver tenuto l'animale in braccio
  • NOTA BENE: I metodi consigliati comunemente per il lavaggio degli animali non sono utili per ridurre le allergie!


Fonti
A Schmelz – Le allergie nei bambini, Tecniche Nuove Ed, 2002
F Macrì – Di asma in asma, di bambino in bambino, Tecniche Nuove, 2002

E' un servizio di www.allergopharma.it

 

 

Pagina aggiornata il: 22 Aprile 2013