Stampa / Inoltra

LE NOSTRE SCHEDE PRATICHE

La scheda in PDF »


Allergia alimentare Reazioni crociate: come si manifestano?

NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico.


Chi è allergico ai pollini o agli acari della polvere ha spesso anche dei problemi con alcuni alimenti. Il loro consumo può provocare prurito, tumefazione e la comparsa di vescicole sulla mucosa orale ma in alcuni soggetti compare anche raffreddore, congiuntivite, asma e reazioni cutanee come l'orticaria. Il tratto digerente in genere non reagisce ma possono esserci delle eccezioni. La tabella seguente riassume le principali manifestazioni di una reazione crociata tra allergeni per inalazione (pollini, polvere degli acari) e alimenti.

Principali sintomi di reazione crociata tra pollini e alimenti
La manifestazione più frequente è la cosiddetta “Sindrome Orale Allergica” (SOA) che inizia quasi subito, nel momento del consumo dell'alimento. Nella maggior parte dei casi si risolve da solo in poco tempo. Tuttavia, in alcuni soggetti predisposti possono anche manifestarsi altri sintomi più gravi di cui è opportuno essere informati e che richiedono una visita dallo specialista.


Il più frequente, compare entro pochi minuti dall'assunzione dell'alimento

DISTURBO DA REAZIONE DESCRIZIONE DELLE MANIFESTAZIONI
Sindrome Orale Allergica Comparsa: immediata dopo il consumo del'alimento in causa
Sintomi: prurito, fomicolii e gonfiore alle labbra che possono estendersi a palato e lingua
Risoluzione: spesso spontanea senza terapia in breve tempo


Altri sintomi più rari che possono comparire al momento del consumo o  entro ½-1 ora d'assunzione dell'alimento

DISTURBO DA REAZIONE DESCRIZIONE DELLE MANIFESTAZIONI
Orticaria Sintomi : prurito diffuso, rossore e pomfi (rigonfiamento cutaneo tondeggiante) che possono anche confluire e formare chiazze rossastre più grandi, rilevate rispetto alla cute circostante, con margini irregolari.
Edema angioneurotico Si associa spesso all'orticaria.
Sintomi
: rossore e gonfiore localizzati più spesso alle labbra e alle palpebre ma che si può estendere a tutto il volto e molto più raramente a collo, mani, piedi e genitali.
Rinite e congiuntivite Sintomi : rstarnuti, naso chiuso o che cola, occhi arrossati che bruciano e lacrimano.
Asma bronchiale Sintomi : mancanza di respiro (“fame d'aria”), tosse secca e stizzosa, sibili e senso di oppressione al torace.
Edema della glottide Sintomi : inizialmente compare prurito alla gola seguito eventualmente a difficoltà di deglutizione e di respiro, variazione del tono di voce.
Disturbi gastrointestinali Sintomi : diarrea, talvolta nausea e vomito.
Shock anafilattico Sintomi : vertigini, calo pressorio, forte debolezza, senso di svenimento fino alla perdita della coscienza.

 

Che cosa fare in caso compaiano questi sintomi
Innanzitutto è importante rivolgersi rapidamente a un allergologo con esperienza di allergia alimentare che attraverso dei test potrà:



Schede correlate



Fonti

ARPAV – Agenzia regionale per la Prevenzione e protezione ambientale del Veneto. Numero 9. Le allergie crociate: gli allergici a pollini o acari devono guardarsi da alcuni alimenti.
SIAIP – Società italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica. Allergia alimentare, 2011
SIAIC – Società Italiana di Allergologia e Immunologia Clinica – Allergia da alimenti, 2011
SNLG Regioni 19 – Linee Guida per la diagnosi e la cura delle allergopatie. Regione Toscana, 2011
Ospedale S. Eugenio, Unità Operativa di Nutrizione Clinica – Le allergie alimentari
Trapani G - Pediatria nel cassetto, Giunti Demetra, 2008 Schmelz A – Le allergie nei bambini, Tecniche Nuove Ed, 2002




E' un servizio di www.allergopharma.it

 

 

Pagina aggiornata il: 22 Aprile 2013