Video intervista al prof. Paolo Pigatto

Specialista in Dermatologia e Venereologia e in Allergologia e Immunologia Clinica
IRCCS Istituto Galeazzi, Milano

Il patch test per la diagnosi della dermatite allergica da contatto si esegue utilizzando delle cellette già precostituite che vengono riempite di materiale allergizzante, si applicano normalmente sulla schiena della persona che sta facendo il test; in realtà qualsiasi parte del corpo può essere utile per il test ma la schiena è quella più utilizzata in quanto più “piatta” e di maggiore superficie e quindi consente l’applicazione di diverse cellette in contemporanea. Di solito si usano quattro strisce; nei casi in cui se ne usino di più perché ci sono più materiali da classificare si possono fare dei collage in vario modo. Successivamente si ritagliano dei tratti di cerotto piuttosto grandi in modo da fissare definitivamente questi cerotti. Alla fine delle 48-96 ore stabilite per il test si rimuove tutto l’apparato testante e si possono rilevare delle eventuali reazioni di tipo allergico alle sostanze che sono state applicate, più o meno positive a seconda dell’intensità della reazione allergica del soggetto testato.

Il patch è un test non solo qualitativo ma anche quantitativo della risposta allergica del soggetto allergico.

Clicca su mi piace e segui questo canale per essere informato sui nuovi video caricati: www.youtube.com/user/Allergopharma

 

© 2018 - 2011  Allergopharma | Privacy | Cookie Policy | Intranet

Log in with your credentials

Forgot your details?